Sabato 20 Agosto :  Velletri – Pieve di Cadore

Partenza dai Castelli Romani verso Pieve di Cadore un rinomato centro di villeggiatura situato nelle Dolomiti cadorine. Qui nacque, Tiziano Vecellio. Infatti, il grande pittore rinascimentale di cui oggi si può ammirare la casa, dichiarata monumento nazionale Un soggiorno intriso di arte e cultura, ripercorrendo i luoghi cari a Tiziano Vecellio, ammirare i dipinti che cui ha realizzato, le sue figure, le sue pennellate e quel rosso Tiziano così particolare e il Museo dell’Occhiale dove sono esposti 2000 pezzi, provenienti da tutto il mondo e risalenti a varie epoche, che ospita spesso importanti mostre come quella allestita per celebrare il 400° anniversario dal perfezionamento del cannocchiale da parte di Galileo Galilei.   La collocazione di Pieve di Cadore, poco distante dal lago del Centro Cadore ed attorniata da cime e pendii fanno sì che il luogo ben si presti ad essere percorso a piedi o in mountain bike.

Pieve di Cadore si forgia dell’appellativo di città d’arte, grazie ai numerosi edifici storici che si possono ammirare nel suo centro, come il quattrocentesco Palazzo della Magnifica Comunità del Cadore, la chiesa arcidiaconale di S. Maria Nascente, dove sono conservate alcune opere del pittore, ma anche esempi della scultura lignea tedesca del XV e XVI secolo; Casa Sampieri Vallenzasca, Palazzo Fabris, casa Genova e il sito archeologico romano. Cena e pernottamento. Il territorio di Pieve offre diversi itinerari di facile e media difficoltà, adatti a tutti. C’è solo l’imbarazzo della scelta, basta solo avere la voglia di camminare! Percorsi che si snodano tra boschi di larici, faggi ed abeti, come quello che porta al Parco di Sant’Alipio; o al Forte del Monte Ricco costruito in epoca precedente la Prima Guerra Mondiale, realizzato contemporaneamente ad altri sistemi difensivi come quello del Monte Rite; o alla diga del lago, dove è stata attrezzata una palestra di arrampicata, dove in estate è possibile assistere alla salita dei climbers; oppure raggiungere la fontana del Sass o le cascate del Pissandro. Per chi invece preferisce la bicicletta,o camminare da Pieve di Cadore è possibile accedere alla pista ciclopedonale La lunga Via delle Dolomiti.  La pista ciclabile da Calalzo di Cadore a Dobbiaco, chiamata la lunga Via delle Dolomiti,

si articola fra le provincie di Belluno e Bolzano. Il tracciato si snoda per gran parte del percorso lungo la vecchia ferrovia e in parte anche lungo l’antica strada regia nel tratto fra San Vito di Cadore e Cortina d’Ampezzo. Questo tragitto definito Via delle Dolomiti permette di ammirare alcuni dei panorami dolomitici più strabilianti e incantevoli, belle cime dolomitiche come il Pelmo, le Cinque Torri, le Tofane, le Tre Cime di Lavaredo, e attraversare il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo. Il percorso, di media difficoltà e per la maggiore su fondo asfaltato, è lungo 60 km percorribili in circa 4 ore. Si potranno organizzare escursioni alle rinomate località limitrofe Auronzo e il Lago di Santa Caterina, Misurina e la famosissima  Cortina. Regina delle Dolomiti. A farle da corona l’incanto delle Dolomiti, patrimonio naturale dell’Umanità UNESCO.

 Sabato 27 Agosto: Pieve di Cadore Velletri

Prima colazione in hotel – partenza per il rientro.

Pensione completa dal pranzo del 20 e partenza dopo la colazione del 27 Agosto. Rientro nei luoghi di origine con bus privato. Arrivo previsto in serata. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

 QUOTA PER PERSONA  €  780.00

Partenza con minimo 30 pax

E’ necessaria la Carta d’identità

LA QUOTA COMPRENDE:

 Bus Gran Turismo a/r

Sistemazione hotel 3 stelle

Pensione Come da programma

visite guidate come da programma

Assicurazione Viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Escursioni facoltative.
  • Entrate a musei e castelli
  • Mance
  • Assicurazione annullamento    € 30,00

ACCONTO ALL’ISCRIZIONE    euro  300.00

Francia Corsica e Malta

Dal 19 al 26 novembre

Sabato 19 novembre : Civitavecchia

Partenza dai luoghi di origine per Ancona Imbarco sulla “Costa Pacifica” La nave della musica. Disbrigo delle formalità d’imbarco. Sistemazione nelle cabine prescelte. La nostra crociera inizia da qui.

Domenica 20 novembre: Savona

Possibilità di visitare l’affascinante Principato di Monaco, uno dei più ̆ piccoli Stati indipendenti al mondo, le cui origini e la cui storia sono indissolubilmente legate alla famiglia Grimaldi, da oltre 700 anni dinastia regnante. In particolare, il principe Ranieri III, che ha regnato dal 1949 al 2005, ha dato un notevole impulso alla crescita del Principato. Grazie alla nozze da favola con l’attrice americana Grace Kelly. Qui abbiamo occasione di ammirare la piazza del Palazzo Reale e, in base all’orario di arrivo, potremmo forse assistere al cambio della guardia.

Lunedì 21 novembre: Marsiglia

lasciamo il porto per raggiungere Aix-en-Provence, città universitaria e termale, nonchè centro politico della Provenza, situata a circa mezz’ora di distanza da Marsiglia. Giunti a Aix, ci immergiamo subito nella sua atmosfera sofisticata passeggiando per le romantiche stradine del centro tra le residenze signorili del XVII e XVIII secolo. La nostra visita a piedi inizia nel cuore della città in Corso Mirabeau , uno splendido viale alberato con bellissime fontane e molti caffè all’aperto. Proseguiamo il nostro tour visitando anche il Quartiere Mazzarino , progettato dall’arcivescovo Michel Mazarin, fratello del famoso cardinale. Ideato nel 1646, il quartiere presenta un assetto rettangolare caratteristico del piano urbanistico del XVII secolo.

Sempre in zona ammiriamo la ” Place des Quatre Dauphins” ovvero la Piazza dei Quattro Delfini, con una bella fontana adornata da sculture di quattro delfini, e la Cattedrale Saint-Sauveur , caratterizzata da diversi stili architettonici che vanno dal V fino al XVII secolo e che si possono ammirare da ogni lato.

Martedì 22 novembre: Ajaccio

Dopo colazione. Possibilità di scoprire questa cittadina inizieremo con il Cours Napoleon, ampio viale alberato che conduce al Casone, un monumento eretto in onore di Napoleone, sovrastato da una statua in bronzo dell’imperatore, copia esatta di quella conservata nel complesso Les Invalides di Parigi. Incise sui gradoni di marmo scopriamo le principali vittorie e le imprese di Napoleone Bonaparte, come la riforma del sistema giuridico,  la Banca di Francia, l’Università. Il giardino al di là della statua nasconde una grotta, dove si narra che Napoleone si rifugiasse da bambino per giocare e studiare, prima di essere mandato alla Scuola Militare in Francia all’età di 9 anni.

Mercoledì 23 novembre : Cagliari

All‘uscita del porto inizieremo il tour a piedi: una passeggiata per le strette vie della città medievale di “Castello”, che ci permetterà di ammirare la bellezza della Cattedrale, del Palazzo Reale, dei Bastioni e delle Torri Medievali. Cagliari costruita su sette colli, sembra ammirare il suo profilo che si riflette nel mare, come una signora vanitosa. La su storia narra di molte dominazioni straniere, le cui tracce sono ancora visibili oggi, in particolare nel quartiere “Castello”. Il tour ci porterà alla “Cittadella”, presso le sedi del potere civile e religioso (Palazzo Reale, Cattedrale di Santa Maria), capolavori di grande varietà artistica. La visita alle imponenti Torri Medievali, alla Basilica di “Santa Croce” e ai Bastioni (argini) sarà un’occasione unica per conoscere meglio la storia di Cagliari e dell’isola.

Giovedì 24 novembre : Malta La Valletta

Oggi potremo andare alla scoperta delle suggestive città di Mosta e Mdina, per un imperdibile sguardo al passato medievale dell’isola L’escursione comincia alla volta di Mosta , per ammirare la celebre cupola della Rotonda di Santa Maria Assunta , tra le più grandi al mondo.

Ci dirigiamo poi verso Mdina , splendida città medievale e antica capitale di Malta, situata quasi esattamente al centro dell’isola, che custodisce preziosi tesori culturali e religiosi in un perfetto connubio tra architettura medievale e barocca. Qui visitiamo la Cattedrale di San Paolo che fu ricostruita nel ‘700. Si dice che la cattedrale sia stata edificata proprio nel punto in cui sorgeva la casa di Publio, governatore romano al tempo della permanenza di San Paolo diventato poi primo vescovo di Malta.

Venerdì 25 novembre: Navigazione

Tempo libero per goderci la “Nave della musica”. In teatro la purezza del suono riprodotto con hifi di un auditorium, nei ristoranti e nei vari saloni, per questo compositori, opere e strumenti la decorano in ogni angolo.

sabato 26 novembre : Civitavecchia

Tutte le cose belle hanno un inizio e una fine. La nostra crociera termina qui.

Sistemazione in Doppia

 Cabine interne standard euro   €. 359,00

Cabine esterne standard euro    €. 429,00

Tasse  portuali                             €.  140,00

Assicurazione                                €     30,00

            

LA QUOTA COMPRENDE :

Pensione completa sulla nave

Cockatail di benvenuto, le serate di Gala, le feste, gli intrattenimenti (spettacoli, giochi, discoteca, palestra ecc.)La maggior parte delle attività di bordo.Facchinaggio bagagli nei porti di imbarco e sbarco

  • LA QUOTA NON COMPRENDE
  • Bevande ai pasti.
  • Escursioni facoltative.
  •      Mance
  • Tutto ciò non incluso ne “La Quota comprende”
  • Posti Limitati
  • Acconto alla prenotazione €. 200,00
  •  

 

 

 

 

Domenica 19 Giugno

Reggia di Caserta

Nel 1750 Carlo di Borbone (1716-1788) decise di erigere la Reggia quale centro ideale del nuovo regno di Napoli. La scelta del luogo dove sarebbe sorta la nuova capitale amministrativa del Regno cadde sulla pianura di Terra di Lavoro, nel sito dominato dal cinquecentesco palazzo degli Acquaviva. Il progetto per l’imponente costruzione, destinata a rivaleggiare con le altre residenze reali europee, fu affidato, dopo alterne vicende, all’architetto Luigi Vanvitelli 1700-1773.

Quota per persona EURO 20.00

Genzano P.za Frasconi ore 07.45

 Velletri  P.za Garibaldi ore 08.00

La quota comprende:                       La quota non comprende :

Bus                                                                             biglietto ingresso

Accompagnatrice           Tutto ciò non incluso nelle quota comprende

                         

lago di bolsenacivita di bagnoregio

Domenica 10 aprile

Costeggiando per un tratto le alte sponde del lago, si arriva nell’antico borgo sulla riva orientale, ove si ammireranno la originalissima Collegiata di s. Cristina che racchiude ben tre chiese comunicanti tra loro dall’interno e le catacombe del IV secolo, teatro di eventi miracolosi che hanno dato origine alla festività del Corpus Domini. Inerpicandosi su per i ripidi vicoli dell’abitato si giungerà all’imponente castello Monaldeschi della Cervara, dalle cui torri si potrà scoprire l’azzurro intenso delle acque del lago con le sue due isolette, Martana e Bisentina. Civita Di Bagno Reggio La celebre “Città che muore”. Appare improvvisamente al visitatore come tutta rinserrata sopra il ripidissimo sperone tufaceo che si erge nella desolata valle dei Calanchi, modellata dall’erosione degli agenti atmosferici. Il tufo poggia su un terreno argilloso che ne determina la natura effimera, il progressivo crollo e la costante e inevitabile riduzione dell’abitato. La moderna rampa di accesso conduce all’interno della Civita, luogo quasi irreale per l’assenza di asfalto e automobili, un impianto urbano rimasto intatto e pressoché disabitato dalla fine del XVI secolo.
a celebre “Città che muore”. Appare improvvisamente al visitatore come tutta rinserrata sopra il ripidissimo sperone tufaceo che si erge nella desolata valle dei Calanchi, modellata dall’erosione degli agenti atmosferici. Il tufo poggia su un terreno argilloso che ne determina la natura effimera, il progressivo crollo e la costante e inevitabile riduzione dell’abitato. La moderna rampa di accesso conduce all’interno della Civita, luogo quasi irreale per l’assenza di asfalto e automobili, un impianto urbano rimasto intatto e pressoché disabitato dalla fine del XVI secolo.

Quota per persona EURO 20.00

Velletri P.za Garibaldi ore 08.30
Genzano P.za Frasconi ore 08.45


    Mercatini di Natale

Cavalese -Trento – Merano – Bolzano

 

Venerdì 8 dicembre :  Velletri – Cavalese

 

Ore 6.00, partenza dai Castelli Romani. Pranzo libero lungo il percorso. Dopo il pranzo partenza alla volta di Cavalese per una prima visita del mercatino Si chiama Magnifico, non solo per una ragione squisitamente estetica, ma anche perché incornicia l’antico Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme. Nel Magnifico Mercatino di Natale, a Cavalese, si passeggia in un giardino incantato, illuminato dalle candele e animato da spettacoli, laboratori d’arte e weekend tematici che riscoprono antiche tradizioni come le lavorazioni di lana, legno, erbe e miele, ma anche le danze popolari, i krampus e i costumi d’epoca. Cena e pernottamento  in hotel 4*.

Sabato 9 dicembre : Merano- Bolzano

Prima colazione in hotel e partenza per Merano  la città intriga per i suoi contrasti: nella sua area, infatti, coesistono paesaggi alpini e vegetazione mediterranea, stili di vita prettamente “Urban Chic” e, nelle immediate vicinanze della città, antiche abitudini rurali.

Ricca di suggestioni asburgiche, Merano è stata meta del turismo nobiliare europeo, in particolare durante le Belle Epoque: eredità del passato sono il castello degli Asburgo e il giardino botanico del castel Trauttmannsdorf, più noto come castello di Sissi, nel quale la principessa aveva la sua residenza.  Altra gemma cittadina è la Kurhaus, icona Jugendstile, dai caratteristici motivi floreali con vetrate colorate e ferro battuto. Proseguimento per Bolzano: così tipicamente tirolese per i visitatori italiani e al contempo così mediterranea per coloro che giungono dal nord. Un polo culturale, Bolzano, con un centro storico che scandisce battiti medievali e con un “salotto cittadino”, piazza Walther, dove campeggia silenziosa la statua dell’omonimo, grande cantore medievale Walther von der Vogelweide. Tutt’intorno si anima il Christkindlmarkt, il famosissimo Mercatino di Natale con circa ottanta casette in legno che attirano come una calamita una moltitudine di persone.

I tetti bianchi e rossi delle bancarelle si susseguono una dopo l’altra anche per tutte le strette e tipiche vie del centro storico, conferendo al capoluogo altoatesino un’atmosfera fiabesca. I Mercatini di Natale di Bolzano rappresentano l’occasione giusta per un viaggio nel passato, a quando non contava l’apparenza perché si puntava alla sostanza, al tempo in cui gli addobbi dell’abete consistevano, magari, in piccole mele rosse e in semplici stelline di paglia o di fieno essiccato. I bambini di oggi si stupiscono di fronte a questa “essenzialità” mentre gli adulti ammutoliscono, spesso, per la mancanza della “semplicità”. Ecco quindi che Bolzano esaudisce i desideri di ogni età con un percorso itinerante tra l’artigianato e i doni più tecnologici.Il Mercatino di Natale di Bolzano, infatti, rappresenta “l’occasione giusta” per scoprire il capoluogo altoatesino e il suo epicentro medievale che si snoda in un reticolo di stradine, portici, cornici rinascimentali, insegne in ferro battuto e facciate affrescate. Da vedere sono la chiesa dei Domenicani – facente parte di un convento del 1272 -, piazza Erbe con il suo mercato quotidiano che la trasforma in un crogiuolo di profumi e sapori e infine la via Portici, in cui si fronteggiano i portici italiani – sul lato sinistro – e quelli tedeschi, sul lato destro. Pregevoli i musei, capitanati da quello archeologico con la sua star, Ötzi, il pastore di cinquemila anni rinvenuto fra i ghiacciai posti tra la Val Senales e l’Austria. Una città, Bolzano, che offre moltissimo ai suoi visitatori, anche sotto il profilo enogastronomico e con prelibatezze di matrice “nordica” irrinunciabili. Fra queste, il trionfo della norcineria capitanata dallo Speck, mentre nei primi piatti campeggiano i canederli e gli Schlutzkrapfen, una sorta di ravioli con ricotta e spinaci che precedono selvaggina, stinco di maiale al forno e bolliti di carne serviti con crauti, contorni agrodolci, mirtilli rossi o gelatina di ribes. Dalle 15 varietà di mela si ottiene l’Apfelsaft, un “nettare” dall’acidità variabile a seconda della qualità di mela utilizzata, mentre dalla vite provengono i superbi vini rossi Santa Maddalena, Lago di Caldaro e Lagrein o, fra i bianchi, il Gewürztraminer, il Müller Thurgau e il Silvaner. Per concludere in dolcezza, si assaggino lo Strudel o le torte striate da “nuvole” di panna e frutti di bosco.

Domenica 10 dicembre : Trento Velletri

Dopo colazione visita dell’ormai affermato mercatino natalizio di Trento tra le mura della suggestiva Piazza Fiera. Circa 70 le casette in legno. Numerose le offerte proposte: come di consueto ci saranno gli stand gastronomici e non mancheranno mostre ed eventi collaterali.  Il mercatino di Trento propone altre 20 casette in legno ospitate in Piazza Cesare Battisti. per ammirare le produzioni artigianali, nei settori quali: candele, saponi artigianali, oggetti in ceramica, oggettistica artigianale in legno, oggetti e mobili di antiquariato, oggetti ed accessori di abbigliamento in lana cotta e feltro, canapa, pizzi, addobbi natalizi, prodotti eno-gastronomici tipici dolciumi e pasticceria. Partenza per il ritorno previsto in serata. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Quota per Persona € 280,00

(partenza con un minimo di 30 pax)

E’ necessaria la carta d’identità

La quota comprende

bus gran turismo

sistemazione in hotel 4 stelle

2 mezze pensioni

accompagnatrice

assicurazione

la quota non comprende

Bevande

escursioni facoltative

entrate a musei

mance

assicurazione annullamento € 25,00

Acconto all’iscrizione € 120,00

Dal 30 dicembre al 2 gennaio 2020

Portorose    Lubiana    Pirano    Capodistria

Lunedì 30 dicembre :  Velletri – Portorose

Partenza da Velletri per Portorose. Una località turistica famosa in tutta Europa per i suoi centri termali e balneari. Una città slovena multiculturale circondata da una natura incontaminata tipica del paesaggio mediterraneo, caratterizzata da prelibatezze culinarie frutto anche di un passato storico molto ricco. È il luogo ideale per chi vuol concedersi una pausa dallo stress quotidiano, ritrovando la propria pace interiore in uno dei numerosi impianti della Città delle Rose oppure chi preferisce mettersi in marcia passando per il noto Sentiero della salute e dell’amicizia, o per le saline di Sicciole e senza dimenticare il celeberrimo Duomo di San Giorgio. La magia del tramonto sul mare cristallino è la ciliegina su una torta assolutamente tutta da gustare.  Sistemazione  in hotel cena e pernottamento.

Martedì 31 Dicembre : Portorose – Lubiana

Dopo Colazione partenza per Lubiana la località Secondo la leggenda, Lubiana fu fondata da Giasone, il mitologico eroe greco che, rubato il vello d’oro al re Eeta, fugge con la nave Argo e i suoi compagni Argonauti, navigando dal Mar Nero per il Danubio e il Sava fino alle sorgenti del Ljubljanica.

Lubiana, la capitale della Slovenia, è il fulcro dell’Europa. Il carattere unico di Lubiana nasce dalle influenze esercitate da diverse culture, mentre il suo aspetto caratteristico è il risultato di una storia particolare e affascinante. Lubiana è una città suggestiva contraddistinta da ponti romantici che coesistono in modo armonioso con il fiume. Una città con un’architettura raffinata, piena di una vivace creatività culturale. Il centro antico di Lubiana, su cui si affaccia il castello, si trova ai piedi della collina. Si tratta di un’area relativamente piccola che può essere percorsa facilmente a piedi. Partendo da Piazza del Congresso si arriva nella storica Piazza

Preseren,  si attraversa il triplice ponte, per la visita al Mercato Comunale Centrale, uno dei più belli d’Europa, Vedremo la cattedrale di San Nicola e si prosegue all’interno dei vecchi borghi medievali. Il Borgo del Municipio e il Borgo Vecchio e infine attraverso il ponte dei Calzolai Piazza del Palazzo e si torno a Piazza del Congresso. Rientro in hotel per prepararsi per il cenone e veglione. Finiremo l’anno vecchio e inizieremo il nuovo anno insieme all’insegna dell’allegria e del divertimento al termine pernottamento

Mercoledì 1° gennaio : Pirano e Capodistria

Mattinata Relax Brunch e Partenza per una passeggiata a  Pirano.

Una sorta di piccola Venezia adagiata sulla costa Slovena a pochi chilometri dal confine, che con l’architettura gotica del suo centro storico perfettamente conservato offre panorami da cartolina in tutte le stagioni. Se ne può apprezzare l’atmosfera in una delle sue deliziose piazzette. Proseguimento per Capodistria  “Koper” conosciuta come la porta sul mondo, il luogo in cui arrivano e partoni i mercanti e le loro navi dirette in tutto il mondo. Sbocco sul mare dell’Austria e dei paesi dell’Europa centrale. E’+ un gioiello d’arte grazie ai palazzi in stile veneziano e al bellissimo centro storico medievale vale davvero una visita anche solo per una passeggiata lungo il mare e nel centro storico d’impronta veneziana. Piazza Tito è la più interessante e famosa piazza di Capodistria e una delle più belle dell’Adriatico Settentrionale La piazza si trova esattamente al centro della città vecchia, nella zona pedonale l’Antica Platea Communis è circondata da una serie di edifici un più bello dell’altro, le facciante sono in pietra chiara con ornamenti  filigrana molto eleganti. Rientro in hotel e cena.

Giovedì 2 gennaio : Portorose – Velletri

Dopo colazione partenza per il rientro nei luoghi d’origine.

Fine del viaggio e dei nostri servizi.

 Domenica 9 Febbraio

Un dolce incantesimo fatto di grazia, eleganza, fantasia, forme e colori, abile frutto di maestria e di esperienze artigianali tramandate di generazione in generazione, per centinaia di anni. Il magico Carnevale dei Figli di Bocco si festeggia nello splendido borgo di Castiglion Fibocchi, gioiello delle colline toscane in provincia di Arezzo. Solo i figuranti che la animano sono oltre duecento, persone col volto coperto da pregiate maschere. Un brillante sfavillio di colori invade l’antico borgo del paese. L’impressione è quella di una passeggiata sospesa fuori da ogni dimensione temporale; le maschere sono personificazioni arcane e misteriose che si aggirano silenziose per le strade del paese destando fascino ed ammirazione tra gli stupiti spettatori.

 

Quota per persona € 30.00

Velletri  P.za Garibaldi                            ore 09.00

Genzano  P.la Sport ” Cesaroni”           ore 09.15

 

La quota comprende: 

Bus

  Accompagnatrice

                                  

La quota non comprende

ingresso sfilata   € 8,00

 

Sabato  15 Febbraio

Partenza da Velletri ore 6.00. Arrivo in hotel per pranzo assegnazione delle camere. Partenza alla volta di Venezia. Tempo libero a disposizione per ammirare il carnevale per eccellenza. Le maschere usciranno dalle varie Calle fino a raggiungere piazza San Marco, ci sembrerà di essere i protagonisti di un flashback nel tempo, avvolti nella magica atmosfera di Venezia.

Cena libera. Rientro in hotel per il pernottamento.

 

Domenica  16 Febbraio

Dopo colazione partenza per Venezia per  assistere alle 11.00 al corteo acqueo del Associazioni Remiere Voga alla Veneta che mollerà gli ormeggi da Punta della Dogana lungo tutto il Canal Grande sino a raggiungere il popolare Rio di Cannaregio, dove sfilerà in un tripudio di pubblico.  All’arrivo delle barche del corteo mascherato si apriranno gli stand eno-gastronomici, che offriranno al pubblico ciccheti, specialità veneziane e i dolci della tradizione del Carnevale per antonomasia: le fritole e galani.

 Quota per persona     €  170,00

 Supplemento singola    €   40,00

LA QUOTA COMPRENDE:

  • bus a/r.
  • Mezza pensione hotel dintorni di Venezia
  • Assicurazione Viaggio.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Mance
  • tkt Stazione Santa Lucia
  • Tutto ciò non incluso ne “La Quota comprende”

Per prenotazioni ed informazioni

Acconto alla prenotazione  € 100,00

Venerdì 05 Ottobre : Roma Liverpool

Partenza in aereo arrivo a Liverpool. Sistemazione nelle camere riservate. Tempo a disposizione per una prima scoperta. William Brown Street è forse la più bella e suggestiva strada di Liverpool, ed ospita la San Giorgio Hall (la cui facciata è decorata con colonne e statue corinzie; la sua sontuosa Sala Grande, con uno dei più grandi organi del mondo, è spesso utilizzata per concerti; belli i giardini con statue sul retro del palazzo), la Walker Art Gallery (il museo più noto di Liverpool, vanta una ricca collezione di opere di maestri italiani, fiamminghi e francesi dal 14° secolo ad oggi, tra cui opere di Rubens, Rembrandt e Rodin), la Biblioteca Centrale e il già citato World Museum.

Sabato 06 Ottobre: Liverpool

Dopo colazione giornata alla scoperta di questa città. Perché non iniziare la visita presso l’Albert Dock, superbamente ristrutturato, il primo in Gran Bretagna ad essere costruito utilizzando solo mattoni e ferro, è un impressionante blocco alto cinque piani che circonda il bacino del porto dove il cotone, tabacco e zucchero venivano una volta scaricati. Ammirate gli enormi palazzi vittoriani sono costruiti intorno. Visitate poi il vicino The Beatles Story e il ricostruito Cavern Club, dove i famosi Beatles hanno fatto il loro debutto nel 1961. Altri luoghi a loro collegati sono il Cavern Walks (murales da Cynthia Lennon), The Beatles Shop e 20 Forthlin Road, ex casa di McCartney. La struttura è aperta al pubblico e presenta cimeli dei Beatles e foto. Dopodiché, si può scegliere di visitare: la vicina Tate Gallery, che ha sale espositive e gallerie dedicate all’arte contemporanea; il Merseyside Maritime Museum, sede di interessanti mostre su popoli emigranti illustrate con modellini di navi e imbarcazioni storiche. Affascinanti sono i reperti relativi alle storie del Titanic e Lusitania, due delle più tragiche navi della storia. Merita una visita anche il vicino Story U-boat, che descrive la vita a bordo di un sottomarino in tempo di guerra. Pernottamento

Domenica 07 Ottobre : Liverpool Roma

Dopo colazione. In mattinata proseguimento della visita le Tre Grazie, tra cui l’iconico Liver Building, e godetevi il panorama dal Pier Head. L’area Pier Head, infatti, include il trio tradizionale di edifici portuali noti come le Tre Grazie: il “Port of Liverpool Building”, il “Cunard Building” (dal nome del canadese Samuel Cunard, proprietario della prima linea marittima Liverpool-Halifax-Boston), e il “Royal Liver Building”. E’ anche il luogo dove si trova il “Titanic Memorial” per commemorare gli “Eroi in sala macchine” sulla famosa nave di linea di lusso che affondò nel 1912; il monumento alla Regina Vitoria; e il Municipio georgiano, costruito nel 1754 con la sua bella cupola di rame sormontata da una statua di Minerva. Recatevi poi in Mathew Street per un assaggio della Liverpool dei Beatles: una visita al Cavern è un “must”. Non lontano si trova il quartiere commerciale Liverpool One, ottimo per qualche souvenir. Siamo arrivati ai saluti bye bye Liverpool, importante metropoli commerciale inglese, città universitaria e centro finanziario, che sorge sulla foce del Mersey a soli 5 chilometri dal mare. Famosa per aver dato i natali ai Beatles e per la squadra di calcio omonima, un ultimo sguardo hai suoi molti begli edifici storici, giardini, parchi Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.

QUOTA PER PERSONA € 390,00

E’ necessaria la Carta d’identità

LA QUOTA COMPRENDE

• Volo aereo A/R
• Sistemazione hotel 3 stelle in bb
• Visite come da programma
• Accompagnatrice.
• Assicurazione Viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

• Pasti
• Entrate a musei
• Assicurazione annullamento €. 30,00
• Tasse apt

ACCONTO ALL’ISCRIZIONE € 200,00

Sabato 1 Agosto Costiera Amalfitana -con Traghetto-

Amalfi è ricca di storia e la meta perfetta se amate l’arte e l’architettura, infatti caratteristici sono i vicoli della città che conducono alla piazza centrale, con una grande scalinata su cui domina il Duomo di Sant’Andrea. La basilica è tra i luoghi più caratteristici, celebri e belli di Amalfi. È dedicato a Sant’Andrea, il Santo protettore della città.  Si tratta di un complesso, cioè è caratterizzato da sovrapposizioni di chiese ed elementi risalenti a epoche differenti, come il Chiostro del Paradiso e la Basilica del SS. Crocifisso nel primo pomeriggio partenza alla volta di Positano. Positano, il luogo che come le Sirene ospitate sulle isole dei Galli, non smette mai di sedurre chi arriva qui, vista dal mare appare quasi come una conchiglia, striata di colori diversi. Dal verde dei Monti Lattari che la incoronano fino al bianco, al rosa e al giallo delle sue case mediterranee, il grigio argento delle spiagge di ciottoli e, infine, il blu del suo mare.  Partenza per il rientro previsto in serata.

Quota a persona € 75,00

 

Genzano  Pala Cesaroni    ore 6.00

Velletri      P.za Garibaldi     ore 6.15

 

La Quota comprende                                            La Quota non Comprende comprende

Bus Gran Turismo                                                 pranzo a base di pesce ad Amalfi € 25,00 bevande incluse

Traghetto

Guida

Accompagnatrice

 

Acconto alla prenotazione € 40,00