Tra gli antichi borghi più belli d’Italia, Casperia è un mix di storia e leggenda dal fascino incredibile. Il nome Casperia nasce dalla credenza secondo cui in epoca preromana su quello stesso colle si trovava la città di Casperia, citata da Virgilio nel VII dell’Eneide: La leggenda si fonde con la storia e la cultura con le tradizioni, basta visitare il nucleo antico del borgo, Casperia in Sebina per capirlo. Il centro storico è uno straordinario esempio di d’architettura medievale, è accessibile solo a piedi ed è tutto un susseguirsi di case in pietra e finestre in
fiore. Costruito a “bulbo di cipolla”,e quindi con giri concentrici che mano a mano vanno a restringersi nella piazza dedicata a San Giovanni Battista con la sua chiesa parrocchiale, ospita diversi punti d’interesse, le vecchie mura di cinta con Porta santa Maria e porta Romana,e l’Arco di Mezzo (o Arco vecchio) che testimonia l’esistenza di mura del XI secolo, da cui iniziare il proprio percorso tra le strette vie del borgo.

Quota €30,00 a persona

Velletri P.za Garibaldi ore 7.15
Genzano Pala Cesaroni ore 7.30

La quota comprende

Bus
Accompagnatrice

saldo alla prenotazione

 

 

Domenica 8 Novembre 2020

Navigando da Ostia a Roma

Partenza in Bus per Ostia Antica incontro con la guida visita degli scavi. Secondo la tradizione, il re di Roma Anco Marzio fondò Ostia verso il 620 a.C. per sfruttare le saline alla foce del Tevere. I resti più antichi finora noti sono però successivi, cioè della seconda metà del IV secolo a.C.: si tratta delle rovine di un fortilizio (castrum) in blocchi di tufo, costruito dai coloni romani per difendere la foce del Tevere e la costa laziale. e diventato il tesoro più prezioso del mondo. Al termine della visita imbarco sulla motonave e Navigazione verso Roma (circa 3 ore) pranzo a bordo. All’arrivo a Roma troveremo il bus che
Ci riporterà nei luoghi d’origine.

 

Quota per Persona  € 70,00

 

Velletri          Piazza Garibaldi ore    8.15

Genzano      Pala Cesaroni     ore    8.30

 

La Quota comprende

Bus Gran Turismo

Battello navigazione e pranzo

visita guidata degli scavi

Accompagnatrice

La Quota non Comprende

Entrata Scavi

 

Battello ad uso esclusivo

Partenza garantita con 50 pax

 

Acconto alla prenotazione € 40,00

Domenica 22 Novembre alla scoperta della

” Città del Festival dei due Mondi”

 

Partenza alla volta di Rasiglia passeggiata tra le casette di pietra che si alternano mulini e specchi d’acqua formati da ruscelli e cascate, difficile non innamorarsi subito di Rasiglia. Il dolce mormorio dell’acqua accompagnerà i tuoi passi alla scoperta di questo luogo fiabesco. Proseguimento per Spoleto è tra le più affascinanti città d’arte dell’Umbria. Più di 2000 anni di arte e cultura ed eventi internazionali la rendono un luogo di bellezze uniche. Il centro storico, accanto a evidenti influssi di epoca romana, mantiene intatta la struttura di epoca medievale. Alle più antiche origini di Spoleto appartengono l’Arco di Druso e Germanico, arco romano che introduceva al foro (sito attuale di piazza del Mercato), presso la chiesa romanica di Sant’Ansano, il teatro romano, la basilica di San Salvatore, un interessante monumento di origini paleocristiane .Il maggiore monumento cittadino è il Duomo. Eretto in forme romaniche nel XII secolo, ha subito interventi successivi con l’aggiunta di un portico di stile rinascimentale, sulla facciata è ornato da un grande mosaico bizantineggiante (1207): all’interno conserva un affresco con Madonna e Santi del Pinturicchio, il busto in bronzo di Urbano VIII del Bernini e uno straordinario ciclo di affreschi di Filippo Lippi. Nel pomeriggio Passeggiata a Scheggino e rientro.

Quota per persona € 30,00

Velletri      Piazza Garibaldi ore 7.00

Genzano  Pala Cesaroni    ore 7.15

 

La Quota Comprende

Bus

Accompagnatrice

 

La Quota non Comprende

Tutto ciò non menzionato in la Quota Comprende

DAL 6 AL 8 DICEMBRE

BOLZANO – LAGO DI RESIA – GLORENZA – MERANO

Domenica 6 dicembre : Velletri – Bolzano

Ore 6.00, partenza dai Castelli Romani. Pranzo libero lungo il percorso. Proseguimento per Bolzano: così tipicamente tirolese per i visitatori italiani e al contempo così mediterranea per coloro che giungono dal nord. Un polo culturale, Bolzano, con un centro storico che scandisce battiti medievali e con un “salotto cittadino”, piazza Walther, dove campeggia silenziosa la statua dell’omonimo, grande cantore medievale Walther von der Vogelweide. Tutt’intorno si anima il Christkindlmarkt, il famosissimo Mercatino di Natale. I tetti bianchi e rossi delle bancarelle si susseguono una dopo l’altra anche per tutte le strette e tipiche vie del centro storico, conferendo al capoluogo altoatesino un’atmosfera unica. Il Mercatino di Natale di Bolzano, infatti, rappresenta “l’occasione giusta” per scoprire il capoluogo altoatesino e il suo epicentro medievale che si snoda in un reticolo di stradine, portici, cornici rinascimentali, insegne in ferro battuto e facciate affrescate. Da vedere sono la chiesa dei Domenicani – facente parte di un convento del 1272 -, piazza Erbe con il suo mercato quotidiano che la trasforma in un crogiuolo di profumi e sapori e infine la via Portici, in cui si fronteggiano i portici italiani – sul lato sinistro – e quelli tedeschi, sul lato destro. Pregevoli i musei, capitanati da quello archeologico con la sua star, Ötzi, il pastore di cinquemila anni rinvenuto fra i ghiacciai posti tra la Val Senales e l’Austria. Una città, Bolzano, che offre moltissimo ai suoi visitatori, anche sotto il profilo enogastronomico e con prelibatezze di matrice “nordica” irrinunciabili. Il trionfo della norcineria capitanata dallo Speck e poi per concludere in dolcezza, si assaggino lo Strudel o le torte striate da “nuvole” di panna e frutti di bosco. Cena e pernottamento in hotel.

Lunedì 7 dicembre : L.Resia – Glorenza – Merano

Prima colazione in hotel partenza per scoprire il simbolo della Val Venosta.”Il campanile solitario”Nel lago di Resia, a Curon c’è un campanile che emerge dall’acqua rendendo il luogo fiabesco e affascinante. Proseguimento per il bellissimo Borgo medievale di
Glorenza che con i suoi edifici storici, portici, porte cittadine, chiese e cammini di ronda ci catapulterà in un passato vivo, viaggiare nel tempo e nella più piccola città dell’Alto Adige nonchè d’Italia. Mura cittadine intatte, con torrioni semicircolari e tre porte testimoniano l’antico carattere difensivo della cittadina inserita tra i borghi più belli e meglio tenuti d’Italia. Proseguimento per Merano la città intriga per i suoi contrasti: nella sua area, infatti, coesistono paesaggi alpini e vegetazione mediterranea, stili di vita prettamente “urban chic”.
Altra gemma cittadina è la Kurhaus, icona Jugendstile, dai caratteristici motivi floreali con vetrate colorate e ferro battuto. Rientro cena e pernottamento in hotel.

Martedì 8 dicembre : Pergine – Velletri

Dopo colazione partenza per Pergine Valsugana un borgo rinascimentale caratterizzato da diverse testimonianze storiche fra le quali il Castello di Pergine, i palazzi rinascimentali nella Via Maier e le antiche chiesette. Una valle incantata, un luogo magico, dove gnomi ed elfi scendevano a valle durante il periodo dell’Avvento per offrire giochi, dolci e i loro migliori prodotti artigianali in un coloratissimo mercatino lungo le vie del centro. Si solevano organizzare mostre e degustazioni di prodotti locali, gite nella Valle dei Mòcheni, si visitavano le miniere di Vignola Falesina, si cercava l’oro setacciando l’acqua, e di notte, al chiaro di luna, si ciaspolava nella neve, si pattinava sui laghi ghiacciati e si inventavano fiabe da raccontare attorno al fuoco. Ecco la leggenda di Pergine Valsugana a cui si ispirano Perzeland & la Valle Incantata, l’appuntamento annuale con il Mercatino di Natale dei Canopi che Pergine ospita dai primi di novembre ai primi di gennaio nel suo centro storico, a piedi di Castel Pergine. Lasciatevi incantare dall’universo fantastico dalle Miniere Medioevali, dalle valli Alpine dove si parla ancora l’antica Lingua dei Padri e dal misterioso mondo degli Gnomi Scavatori. Un imperdibile viaggio alla scoperta di usanze, tradizioni e costumi. Partenza per il rientro.

Prezzo a persona € 280,00

La Quota Comprende
Bus A/R
Mezza Pensione
Assicurazione

La Quota non Comprende
Mance
Assicurazione annullamento € 30,00

Tutto ciò non incluso nella quota comprende

Acconto alla prenotazione € 150,00

Partenza garantita con 30 partecipanti

TOUR RIMANDATO CAUSA COVID19

 

Mercoledì 8 Aprile: Velletri Napoli Palermo

Partenza da Velletri alle ore 17.00. Imbarco. Sistemazione nelle cabine Pernottamento a Bordo.

Giovedì 9 Aprile : Palermo Monreale Marsala

Arrivo a Palermo incontro con la guida e inizio del tour Si ammireranno la Cattedrale dove sono custodite le reliquie di Santa Rosalia le Tombe Imperiali dove sono di Ruggiero IIe Federico II . Nelle vicinanze all’interno del Palazzo dei Normanni, si trova la splendida Cappella Palatina con il trono e i mosaici Bizzantini. Un altro gioiello artistico è la chiesa greco ortodossa della Martorana. Proseguendo poi si visiteranno Piazza Pretoria con l’imponente del cinquecento con 644 gruppi marmorei. Ammireremo poi il teatro Massimo e Via della libertà dove trionfa lo stile liberty ottocentesco. Pranzo proseguimento per Monreale per la visita del Duomo massimo esempio di arte arabo normanna. All’interno si potrà ammirare un ciclo di mosaici su fondo oro di spettacolare bellezza: Cena e pernottamento Marsala o dintorni.

Venerdì 10 Aprile: Trapani Erice Marsala

Prima colazione in hotel e partenza trapani. Passeggiata nelle eleganti vie del centro storico, un susseguirsi di palazzi storici e chiese i notevole pregio artistico, la cattedrale, la chiesa del purgatorio, in cui sono conservati i sacri gruppi dei Misteri di Trapani Pranzo. Proseguimento per Erice che conserva intatto il fascino di antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico, le ceramiche finemente decorate, i tappeti variopinti tessuti a mano, i tradizionali dolci a base di mandorle e frutta candita. Il centro storico presenta un impianto urbanistico tipico, con piazzette, strade strette e sinuose nelle quali si affacciano bellissimi cortili. Proseguimento e sistemazione in hotel ad Agrigento o dintorni. Cena e pernottamento.

Sabato 11 Aprile: Agrigento Piazza Armerina

Prima colazione in hotel e partenza per la visita guidata della Valle dei templi, splendido sito archeologico. Visita del Tempio della Concordia, del

tempio di Giunone e del tempio di Ercole. Pranzo Proseguimento per Piazza Armerina per la visita della Villa Romana del Casale edificata tra III e il IV
sec. Famosa per i suoi mosaici pavimentali che rendono con freschezza di particolari informazioni sulla vita, il costume e la cultura dell’epoca. Marsala. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento zona Jonica.

Domenica 12 Aprile: Siracusa e Noto

Prima colazione in hotel e visita guidata di Siracusa: Questa città che nel passato fu la più agguerrita rivale di Atene e Roma, conserva importanti testimonianze del suo passato splendore: Il Teatro Greco, L’anfiteatro romano, le Latomie, l’ Orecchio di Dionisio. Visita dell’isola di Ortigia dove si potrà ammirare il tempio di Minerva trasformato in Cattedrale Cristiana e la leggendaria Fontana di Aretusa, pranzo e proseguimento per Noto lapiù bella di tutte, “ il giardino di pietra” dove si esprima la concezione più alta dell’urbanistica barocca. Costruita anch’essa ex novo dopo il sisma del 1693, è ricca di gioielli barocchi: il Duomo, Palazzo Ducezio, Palazzo Vescovile, quelli dei Landolina e dei Villadorata, la chiesa di San Domenico. Partenza per Palermo. Pranzo in hotel .Nel pomeriggio visita guidata di Monreale e breve giro sul Monte Pellegrino per ammirare il Santuario di S. Rosalia . Cena e pernottamento in hotel Zona Ionica.

Lunedì13 Aprile: Catania Palermo

Prima colazione in hotel e visita di Catania Splendida città cpm ese,pi di architettura barocca in bianco e nero, la Cattedrale, Piazza Duomo con la Fontana dell’Elefante, Via dei Crociferi, Via Etnea la lunga strada che taglia in due la topografia cittadina e collega virtualmente Piazza del Duomo con l’Etna pranzo e partenza per Palermo imbarco sul Traghetto sistemazione a bordo, pernottamento

Martedì 14 Aprile: Palermo Napoli Velletri

In mattinata sbarco a Napoli e trasferimento in bus nei luoghi di origine.

Quota per persona € 880,00

supplemento singola in hotel 280,00

La Quota Comprende
– Trasferimento in Bus Gran Turismo Velletri Napoli e viceversa
– Bus Gran Turismo per l’intero percorso
– Passaggi marittimi, Napoli Palermo andata e ritorno in Cabina
– Hotel 3/ 4 stelle in pensione completa ( dal pranzo dell’arrivo 9 aprile al pranzo della partenza 13 aprile)
– Guide a Palermo e Monreale /Trapani/ Erice e Marsala/Valle
– dei Templi Villa Romana del casale/Siracusa e Noto/Catania
– Accompagnatrice per tutto il Tour.
– Assicurazione Viaggio.

La Quota non Comprende.
– Tasse di Soggiorno
– Ingressi a Ville e Musei
– Bevande ai pasti
– Assicurazione annullamento € 30.00
– E tutto ciò non specificato a” la quota comprende”

Acconto all’iscrizione € 350,00 la conferma è valida solo dopo il pagamento dell’acconto

RIMANDATA PER  COVID19

 

 

Venerdì 27 Marzo :  Roma Varsavia

Partenza dai luoghi di origine per Varsavia. Distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale e poi ricostruita, oggi la Città Vecchia di Varsavia è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Dagli esempi di architettura barocca agli esempi di stile rinascimentale, Varsavia offre diversi spunti per un viaggio da non dimenticare Pernottamento in hotel.

Sabato 28 Marzo : Varsavia

Dopo colazione giornata alla scoperta di questa città.

Piazza del Castello è il punto che unisce la Città Vecchia e la Città Nuova. Il luogo prende il nome dal primo castello costruito dai duchi di Mazovia, distrutto dai nazisti. Il castello venne poi ricostruito nel 1971 e completato nel 1984. Nel luogo è presente una collezione di quadri che contiene due opere di Rembrandt, inoltre al centro della piazza si può notare la colonna di Sigismondo, del 1644, dedicata al re che trasferì la capitale da Cracovia a Varsavia. Dalla Piazza del Castello parte la Strada Reale, che dopo 4 km di palazzi rinascimentali e barocchi permette di arrivare alla residenza estiva di Wilanow. Il Parco Lazienki si disputa con Wilanow il premio come migliore palazzo con parco di tutta Varsavia. Nel corso dei secoli è stato anche una residenza estiva. Oggi il palazzo Lazienki è un museo, oltre ad essere uno dei luoghi più visitati dai turisti che decidono di fare tappa a Varsavia. Al suo interno ci sono il Palazzo sull’acqua, quello di Myślewicki, la Casa Bianca, l’Orangeria, oltre a diversi templi e statue. Punto di vanto per gli abitanti di Varsavia è il Monumento a Fryderyk Chopin, nato nella capitale polacca e “principe” della musica romantica. Sotto questo monumento, ogni sabato e domenica, si svolgono concerti di pianisti per rendere omaggio al celebre concittadino. Proseguimento per il quartiere Praga, Si tratta di un caso di omonimia con la tanto famosa città, ma questa “Praga” non ha niente da invidiare alla sua gemella ceca. Il quartiere di Varsavia prende il nome dalla parola polacca prażyć, che significa bruciare o arrostire: per costruirlo infatti venne bruciata una foresta intera.

Se qualche tempo fa non era un posto consigliato, oggi è diventato il quartiere della moda ed uno dei più adatti a mostrare la “vera Varsavia” ai turisti. Sfuggito ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, è stato

rivalutato nel 2002, quando Roman Polanski lo ha scelto come ambientazione per il film “Il pianista”. Pernottamento in hotel.

Domenica 29 Marzo : Varsavia Roma

Dopo colazione. In mattinata proseguimento della visita  di questa città.  Il Ghetto Ebraico. Prima della Seconda Guerra Mondiale, Varsavia era la casa di 400.000 ebrei. Si trattava della seconda comunità più grande del mondo subito dopo quella di New York. Il ghetto ebraico venne distrutto durante i bombardamenti ed oggi delle costruzioni originali rimangono solo alcuni palazzi in rovina situati in via Prozna. Per ricordare la storia degli ebrei di Varsavia è stata dedicata loro una strada che porta il nome di “Via della Memoria”, oltre ad un Monumento agli eroi del Ghetto. Il palazzo della cultura e della scienza, Gli abitanti di Varsavia lo definiscono “Il mostro”. Disegnato da Stalin, si tratta di un ” regalo dell’Unione Sovietica al popolo polacco”.

Si tratta di un grattacielo di 42 piani che al suo interno ha 3.000 stanze che ospitano uffici e musei, oltre ad una piscina ed un cinema. L’attrazione principale tuttavia sembra essere la terrazza (trzydziestka) situata al trentesimo piano, dal quale si può godere di una vista spettacolare che va oltre Varsavia. Prima di ri partire è doverosa una passeggiata alla strada reale Lunga quattro chilometri, la Strada Reale (Krakowskie Przedmieście) collega la Città Vecchia e il Castello Reale con il parco di Łazienki Królewskie e il Palazzo del Belvedere. Per tutta la sua lunghezza sono presenti chiese antiche e palazzi come il Pałac Kazimierzowski (l’Università Pubblica di Varsavia), o il Staszic, sede dell’Accademia Polacca delle Scienze con la statua di Niccolò Copernico, oppure ancora la chiesa della Santa Croce (Kościół św. Krzyża) dove riposa il cuore di Chopin.

Trasferimento in aeroporto e rientro nei luoghi di origine.

QUOTA PER PERSONA  450,00

  

E’ necessaria la Carta d’identità

 

LA QUOTA COMPRENDE

 Volo aereo A/R

Sistemazione hotel  3 stelle in bb

Accompagnatrice.

Assicurazione Viaggio.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Pranzi

Entrate a musei

Assicurazione annullamento  . 30,00  

Adeguamento carburante 

eventuale aumento tkt  volo

Acconto all’iscrizione    € 200,00

 

 

 

 

 

RIMANDATA PER COVID19

Gli Scavi di Ercolano e Oplontis la Villa di Poppea

Un tuffo nel Passato

Domenica 5 Aprile 2020

Gli Scavi di Ercolano rappresentano una finestra aperta su un preciso momento del passato e testimoniano la civiltà romana con una tale abbondanza di particolari e con un eccezionale stato di conservazione dei materiali organici da poter essere ritenuti unici al mondo. L’unicità del sito è dovuta alla catastrofica eruzione del Vesuvio del 79 d.C., che seppellì improvvisamente una città fino a quel momento pullulante di vita, lasciandola ai posteri e immortalò la tragica fine dei suoi abitanti che, afferrati i pochi beni che potevano trasportare, cercarono invano di fuggire verso il mare scosso però dal maremoto che li costrinse a rifugiarsi nei cosiddetti fornici dove oggi ancora si conservano le tristi spoglie. La visita all’antica Ercolano regala l’emozione di trovarsi in una raffinata città di epoca romana unica sotto tutti i punti di vista, compreso quello della storia degli scavi che, iniziati 1738 dai Borbone, proseguirono attraverso profondi pozzi e angusti cunicoli di cui ancora oggi si vedono i resti. Proseguimento per La Villa di Poppea a Oplontis, appartenuta seconda moglie dell’imperatore Nerone, è un gioiello da non perdere. Lo stato di conservazione è eccellente soprattutto per quanto riguarda la raffinata decorazione pittorica che costituisce uno dei migliori esempi di II stile pompeiano. La villa costituisce uno degli esempi più significativi delle residenze dell’aristocrazia romana. Saloni, corridoi con panche, latrina, stanze della schiavitù, atrio, impluvium: ogni ambiente è stato caratterizzato all’epoca con degli affreschi e dei mosaici che tutt’oggi possiamo ammirare.

                                         € 30,00

La Quota Comprende

accompagnatrice

Bus

La Quota Non Comprende
Guida
Ingresso ai siti (I° domenica del mese)

Sorrento Domenica 17 Giugno

 

 

Sorrento splendida cittadina della Costiera amalfitana che ha dato i natali a Torquato Tasso. Famosa per le sue scogliere sul mare, i pendii scoscesi della città guardano verso le acque azzurre di Ischia, Capri e sulla baia di Napoli. Il luogo di origine del liquore Limoncello. Potremo addentrarci nei caratteristici vicoletti pieni di vita con tanti negozietti tipici, le chiesette, il museo correale a pochi passi dal centro, piazza tasso, il museo della tarsia lignea, il chiostro di San Francesco, i vari belvedere e villette comunali da cui si gode un bel panorama e si può gustare un gelato o una bibita in un contesto davvero piacevole e poi c’è Sedile Dominov, il borgo dei pescatori reso famoso per essere stato il luogo di diversi film con Sofia Loren. L’hotel Vittoria in stile liberty invece ha inspirato “ Caruso “ di Lucio Dalla.

 

                                                 Quota a persona € 30,00

 

 Partenza : da Velletri Piazza Garibaldi ore 7.00

 

La Quota Comprende

Bus Gran Turismo

Accompagnatrice

La Quota non comprende

Tutto ciò non incluso nella quota comprende

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’agenzia in Via Privata Jori 18 Velletri oppure telefonare a 06/9630071 06/9631177 Il nostro sito www.bamatour.it

Saldo alla prenotazione

Luminarie di Gaeta

“Favole di Luce” l’evento per le strade della città che coinvolge migliaia di visitatori ogni anno. Trasforma la città balneare in un trionfo di luce. Potremo ammirare l’Albero delle Meraviglie in Piazza XIX Maggio, la Fontana artistica in Piazza della Libertà, i fiocchi di neve i personaggi fiabeschi e molto altro in una cornice diversa ma altrettanto coinvolgente.

 

                 Quota per persona     € 25.00

 

Genzano        Palacesaroni          ore 13.45

Velletri            Piazza Garibaldi     ore 14.00

 

La Quota Comprende

Bus

Accompagnatrice

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’agenzia in Via Privata Iori 18 Velletri. tel 06/9630071 06/9631177

Saldo alla prenotazione

Visitare Capodimonte è come percorrere un manuale della storia dell’arte in Italia dal Duecento al Novecento e oltre. Capodimonte ha incantato Re e Regine, Ambasciatori di ogni luogo Viaggiatori e Artisti. Nelle sale si incontrano i capolavori degli artisti di ogni scuola pittorica italiana, quella Toscana, Veneziana, Emiliana, Napoletana, Romana : Tiziano, Michelangelo, Raffaello, Caravaggio, Bellini, Botticelli, Masaccio, Mantegna, Rosso Fiorentino, Correggio, Parmigianino, Lotto, i fratelli Carracci e  ancora, Luca Giordano, Ribera, Artemisia Gentileschi, ma anche importanti presenze straniere come Goya, El Greco Brueghel e gli altri Fiamminghi, poi le sculture, Van Dyck, Simone Martini, Warhol, Gemito. Il Real Bosco per il suo patrimonio storico, architettonico e botanico è stato definito nel 2014 il parco più bello d’Italia. Un’area verde che si affaccia sulla città e sul golfo di Napoli, il più grande parco urbano d’Italia frequentato da 1 milione di visitatori ogni anno, che si estende per circa 134 ettari con oltre 400 diverse specie vegetali. Tra i viali, disegnati con maestria da scenografo dall’architetto Ferdinando Sanfelice, si dispongono 16 edifici storici tra residenze, casini, laboratori, depositi e chiese, oltre a fontane e statue, orti ecc.

Quota per persona € 30,00

Genzano Pala Cesaroni      ore 8.00

Velletri     Piazza Garibaldi  ore 8.15

 

La Quota comprende

Bus

Accompagnatrice

La Quota non comprende

biglietto museo

guida