Articoli

DAL 6 AL 8 DICEMBRE

BOLZANO – LAGO DI RESIA – GLORENZA – MERANO

Domenica 6 dicembre : Velletri – Bolzano

Ore 6.00, partenza dai Castelli Romani. Pranzo libero lungo il percorso. Proseguimento per Bolzano: così tipicamente tirolese per i visitatori italiani e al contempo così mediterranea per coloro che giungono dal nord. Un polo culturale, Bolzano, con un centro storico che scandisce battiti medievali e con un “salotto cittadino”, piazza Walther, dove campeggia silenziosa la statua dell’omonimo, grande cantore medievale Walther von der Vogelweide. Tutt’intorno si anima il Christkindlmarkt, il famosissimo Mercatino di Natale. I tetti bianchi e rossi delle bancarelle si susseguono una dopo l’altra anche per tutte le strette e tipiche vie del centro storico, conferendo al capoluogo altoatesino un’atmosfera unica. Il Mercatino di Natale di Bolzano, infatti, rappresenta “l’occasione giusta” per scoprire il capoluogo altoatesino e il suo epicentro medievale che si snoda in un reticolo di stradine, portici, cornici rinascimentali, insegne in ferro battuto e facciate affrescate. Da vedere sono la chiesa dei Domenicani – facente parte di un convento del 1272 -, piazza Erbe con il suo mercato quotidiano che la trasforma in un crogiuolo di profumi e sapori e infine la via Portici, in cui si fronteggiano i portici italiani – sul lato sinistro – e quelli tedeschi, sul lato destro. Pregevoli i musei, capitanati da quello archeologico con la sua star, Ötzi, il pastore di cinquemila anni rinvenuto fra i ghiacciai posti tra la Val Senales e l’Austria. Una città, Bolzano, che offre moltissimo ai suoi visitatori, anche sotto il profilo enogastronomico e con prelibatezze di matrice “nordica” irrinunciabili. Il trionfo della norcineria capitanata dallo Speck e poi per concludere in dolcezza, si assaggino lo Strudel o le torte striate da “nuvole” di panna e frutti di bosco. Cena e pernottamento in hotel.

Lunedì 7 dicembre : L.Resia – Glorenza – Merano

Prima colazione in hotel partenza per scoprire il simbolo della Val Venosta.”Il campanile solitario”Nel lago di Resia, a Curon c’è un campanile che emerge dall’acqua rendendo il luogo fiabesco e affascinante. Proseguimento per il bellissimo Borgo medievale di
Glorenza che con i suoi edifici storici, portici, porte cittadine, chiese e cammini di ronda ci catapulterà in un passato vivo, viaggiare nel tempo e nella più piccola città dell’Alto Adige nonchè d’Italia. Mura cittadine intatte, con torrioni semicircolari e tre porte testimoniano l’antico carattere difensivo della cittadina inserita tra i borghi più belli e meglio tenuti d’Italia. Proseguimento per Merano la città intriga per i suoi contrasti: nella sua area, infatti, coesistono paesaggi alpini e vegetazione mediterranea, stili di vita prettamente “urban chic”.
Altra gemma cittadina è la Kurhaus, icona Jugendstile, dai caratteristici motivi floreali con vetrate colorate e ferro battuto. Rientro cena e pernottamento in hotel.

Martedì 8 dicembre : Pergine – Velletri

Dopo colazione partenza per Pergine Valsugana un borgo rinascimentale caratterizzato da diverse testimonianze storiche fra le quali il Castello di Pergine, i palazzi rinascimentali nella Via Maier e le antiche chiesette. Una valle incantata, un luogo magico, dove gnomi ed elfi scendevano a valle durante il periodo dell’Avvento per offrire giochi, dolci e i loro migliori prodotti artigianali in un coloratissimo mercatino lungo le vie del centro. Si solevano organizzare mostre e degustazioni di prodotti locali, gite nella Valle dei Mòcheni, si visitavano le miniere di Vignola Falesina, si cercava l’oro setacciando l’acqua, e di notte, al chiaro di luna, si ciaspolava nella neve, si pattinava sui laghi ghiacciati e si inventavano fiabe da raccontare attorno al fuoco. Ecco la leggenda di Pergine Valsugana a cui si ispirano Perzeland & la Valle Incantata, l’appuntamento annuale con il Mercatino di Natale dei Canopi che Pergine ospita dai primi di novembre ai primi di gennaio nel suo centro storico, a piedi di Castel Pergine. Lasciatevi incantare dall’universo fantastico dalle Miniere Medioevali, dalle valli Alpine dove si parla ancora l’antica Lingua dei Padri e dal misterioso mondo degli Gnomi Scavatori. Un imperdibile viaggio alla scoperta di usanze, tradizioni e costumi. Partenza per il rientro.

Prezzo a persona € 280,00

La Quota Comprende
Bus A/R
Mezza Pensione
Assicurazione

La Quota non Comprende
Mance
Assicurazione annullamento € 30,00

Tutto ciò non incluso nella quota comprende

Acconto alla prenotazione € 150,00

Partenza garantita con 30 partecipanti

Domenica 18 Novembre 2018

Nella splendida cornice del borgo di Montepulciano, arroccato tra le colline della provincia di Siena, si accenderanno le luci di “Natale di Montepulciano”, uno degli eventi natalizi più esauriente di Italia. Montepulciano è pronta ad offrire ai visitatori la magica atmosfera del Natale grazie all’affascinante centro storico, alla possibilità di acquisti originali presso il Mercatino di Natale più grande della Toscana e alla magia del Castello di Babbo Natale. Da non perdere inoltre le degustazioni delle eccellenze enogastronomiche locali nelle cantine secolari presenti nel borgo.

QUOTA PER PERSONA € 30,00

 

La quota comprende                                       la quota non comprende

Bus                                                                  tutto ciò non menzionato nella quota comprende

Accompagnatrice

Assicurazione

Saldo all’iscrizione

Domenica 9 dicembre

Il mercatino di Natale nel suggestivo villaggio di Babbo Natale ai piede dell’ albero di Natale più grande del mondo. La Magica atmosfera e le sfumature di bellezza di un Borgo Umbro, Ricco di Cultura, Tradizioni e Scorci unici per farsi un giro tra le sue tipiche costruzioni di Pietra. Tante le suggestioni da scoprire nel decoratissimo centro storico: gli articoli di antiquariato, le Magistrali lavorazioni in Ceramica, Ferro Battuto, legno, la lavorazione della Pelle e l’Arte del gesso, Capolavori che vi lasceranno di stucco. Condiamo il tutto con le squisite e genuine prelibatezze del panorama gastronomico locale e con tanto altro ancora.

Pranzo libero (possibilità di prenotare menù turistico). Partenza per il rientro previsto in serata.

                                                 Quota per persona         €  30,00

  

 Partenza da:   Velletri  Piazza Garibaldi               ore 8.15

Genzano Palasport “Cesaroni”                               ore 8.30

La Quota comprende:

Bus gran turismo

Accompagnatrice

                                                                          Per prenotazioni ed informazioni

                                                                                             Via Privata Iori 18  Velletri (Rm)                                                                                                                                                                                             Tel. 06.9630071-06.9631177 –Fax 06.62292023

    Saldo alla prenotazione                                                              www.bamatour.it

dal 7 al 9 Dicembre 2018

Venerdì 07 dicembre : Velletri Cittadella
Ore 6.00, partenza dai Castelli Romani. Pranzo libero lungo il percorso. Dopo il pranzo proseguimento alla volta di Cittadella l’unica città d’Europa ad avere un camminamento di ronda medievale completamente percorribile. La cerchia murata che circonda CITTADELLA (1220 D.C) ha forma di ellisse irregolare e con l’abitato costituisce un complesso organico del più alto interesse storico, non solo per gli studi sui castelli ma anche per quelli di urbanistica. Lo spazio interno che le mura delimitano è ordinato da due traverse che raccordano le quattro porte con il centro, dividendo l’abitato in quartieri, a loro volta suddivisi a scacchiera dalle caratteristiche stradelle. I ponti levatoi, mantenuti in servizio fino al secolo XVI, gradualmente vennero sostituiti con altri in muratura. Gli attuali risalgono alla prima metà del secolo scorso.
In Piazza Pierobon si svolge l’ormai tradizionale mercatino di Natale dove vengono allestite le consuete casette per la vendita di prodotti artigianali e di originali idee regalo, tempo libero per una prima visita del mercatino. Cena e pernottamento in hotel in zona.

Sabato 08 dicembre : Castelfranco – Bassano
Prima colazione in hotel e partenza per Castelfranco Veneto Situato in posizione centrale fra i capoluoghi veneti di Treviso, Padova e Vicenza. Castelfranco Veneto è una città murata con un castello medievale in ottimo stato di conservazione. Città natale del Giorgione, ne conserva l’antica dimora, Casa Giorgione, e, in una cappella del Duomo, la famosa Pala di Castelfranco. “Natale sotto le Mura” ci attende, dove Hobbisti e piccoli artigiani espongono le loro creazioni natalizie in stand posizionati nei giardini prospicienti le mura del Castello. Atmosfera magica al profumo di vin brulè. Pranzo libero.
Nel pomeriggio partenza per Bassano del Grappa. Attraversata dal fiume Brenta, Bassano del Grappa è una delle città più popolate e sviluppate del Veneto. Il suo artigianato, con le eccellenti ceramiche, e la tradizione gastronomica legata alla preparazione di prodotti come gli asparagi, il baccalà e la famosa grappa sono l’orgoglio della città. Le vicende storiche che hanno interessato questo piccolo centro e i dintorni, hanno plasmato l’aspetto di questo bellissimo borgo d’Italia. Situato nel punto in cui il fiume Brenta si restringe, il Ponte vecchio o degli Alpini è da sempre simbolo della città di Bassano del Grappa. La sua struttura originaria era in legno, ma in seguito ad esondazioni del fiume e danni provocati dalle guerre venne distrutto e ricostruito svariate volte. Nel 1567 l’architetto Palladio ne progettò una nuova ricostruzione, ma l’idea venne bocciata poiché il disegno proposto era troppo somigliante all’architettura dei ponti romani. Si optò quindi per mantenere come progetto quello originale, ma apportando soluzioni tecniche e strutturali all’avanguardia. La città nel periodo natalizio si trasforma in un mondo di fiabe: giostre, folletti, alberi di natale, illuminazioni, decorazioni, l’immancabile Babbo Natale e durante il fine settimana per la felicità dei bambini un trenino percorre festoso le vie del centro. Il mercatino viene allestito nelle due piazze più importanti della città, Piazza Garibaldi e Piazza della Libertà: In serata rientro in hotel cena e pernottamento

Domenica 09 dicembre : Badoere
Dopo colazione partenza per la visita di Badoere. Nella suggestiva cornice della settecentesca Piazza Pallaidiana, detta “la Rotonda” che è una delle barchesse più famose del Veneto, la sua particolarità sta sia nella sua grandiosità che nella sua struttura fatta per ospitare una serie di botteghe su un semicerchio e abitazioni sull’altro, con una grande piazza per il mercato; sulla piazza si affaccia la chiesa e un palazzo dominicale, ora sede municipale. La grande costruzione si presenta strutturalmente come un lungo porticato semicircolare, formato da quarantuno arcate. Questa stupenda piazza ha trovato origine presumibilmente alla fine del Seicento; infatti fin dal 1566 la nobile famiglia veneziana dei Badoere vantava numerose proprietà terriere nella zona. il mercatino ci accoglie con oltre 150 espositori un appuntamento imperdibile per gli amanti della creatività, dell’artigianato e dello shopping natalizio. Pranzo libero. Partenza per il ritorno previsto in serata
Fine del viaggio e dei nostri servizi.

QUOTA PER PERSONA € 280.00

Partenza con minimo 30 pax

E’ necessaria la Carta d’identità

LA QUOTA COMPRENDE:

– Bus Gran Turismo a/r
– Sistemazione hotel 3/4 stelle
– 2 Mezze Pensioni
– Accompagnatrice.
– Assicurazione Viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

– Bevande.
– Escursioni facoltative.
– Entrate a musei e castelli
– Mance
– Assicurazione annullamento €.25,00

ACCONTO ALL’ISCRIZIONE 150,00

Mercatino Tirolese Arezzo

Domenica 24 Novembre

Il più grande mercato tirolese d’Italia torna anche quest’anno a illuminare Piazza Grande di Arezzo con le sue bellissime baite. Per l’edizione 2019, oltre agli stand tradizionali che abbiamo ammirato nella scorsa edizione, ad Arezzo faranno la loro comparsa due baite davvero originali: per la degustazione della birra e dei dolci tipici tirolesi. Tante le attività collaterali che continueranno ad allietare i partecipanti all’evento: nel Palazzo della Fraternita torna la Casa di Babbo Natale, la baita ospita le sue cene tipiche, il venerdì musica e cocktail, la possibilità di assistere ai tour guidati del centro storico di Arezzo, Christmas Garden, gli scultori del legno, i più importanti espositori provenienti da tutta Europa.

 

Quota per persona € 30,00

Velletri      P.za Garibaldi      ore 6.45

Genzano  Pala Cesaroni      ore 7.00

 

Saldo alla prenotazione

 

In questo Luogo Ricco di Fascino e Mistero Dove il Tempo si è Fermato il 21 Agosto del 1962,

ll Castello dell’Ettore di Apice ospiterà il mercatino di Natale e gli eventi di “The Magical World of Christmas”.

Ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 10,00 alle 23,00 all’interno e all’esterno del castello saranno

allestite tante casette di espositori provenienti da varie regioni in cui sarà possibile acquistare prodotti

artigianali.

 

Quota a persona € 30,00

 

Genzano Palacesaroni   ore 6.45

Velletri    P.za Garibaldi  ore 7.00

 

 

saldo alla prenotazione

 

 

Questo evento è diventato nel giro di pochi anni una delle fiere più importanti.

“Cadeaux al Castello”, mostra mercatino di Natale dell’artigianato.

L’avvolgente accoglienza del  maniero, la competenza di questi artisti e la professionalità dello  Staff hanno reso  famosi i mercatini di Natale.

L’esposizione, come ogni anno, sarà suddivisa in settori: • Scultura (opera del noto artista S.Troiano)

  • Pittura (quadri del pittore Silvano D’Orsi, di fama internazionale)
  • Sete di San Leucio (abilmente lavorate da Marinella Casapulla Alois)
  • Mestieri ed Arti Medievali
  • Antiquariato e Restauro
  • Oggettistica
  • Addobbi Natalizi Artigianali
  • Enogastronomia.

 

 

QUOTA PER PERSONA € 20,00 + INGRESSO AL CASTELLO €10,00

 

Partenza da :  Velletri                 P.za Garibaldi                  ore 8.00

 

La Quota comprende

Bus Gran turismo

Ingresso al Castello con una consumazione (vin  brulè o succo di frutta)

  •   Accompagnatrice.

    Mercatini di Natale

Cavalese -Trento – Merano – Bolzano

 

Venerdì 8 dicembre :  Velletri – Cavalese

 

Ore 6.00, partenza dai Castelli Romani. Pranzo libero lungo il percorso. Dopo il pranzo partenza alla volta di Cavalese per una prima visita del mercatino Si chiama Magnifico, non solo per una ragione squisitamente estetica, ma anche perché incornicia l’antico Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme. Nel Magnifico Mercatino di Natale, a Cavalese, si passeggia in un giardino incantato, illuminato dalle candele e animato da spettacoli, laboratori d’arte e weekend tematici che riscoprono antiche tradizioni come le lavorazioni di lana, legno, erbe e miele, ma anche le danze popolari, i krampus e i costumi d’epoca. Cena e pernottamento  in hotel 4*.

Sabato 9 dicembre : Merano- Bolzano

Prima colazione in hotel e partenza per Merano  la città intriga per i suoi contrasti: nella sua area, infatti, coesistono paesaggi alpini e vegetazione mediterranea, stili di vita prettamente “Urban Chic” e, nelle immediate vicinanze della città, antiche abitudini rurali.

Ricca di suggestioni asburgiche, Merano è stata meta del turismo nobiliare europeo, in particolare durante le Belle Epoque: eredità del passato sono il castello degli Asburgo e il giardino botanico del castel Trauttmannsdorf, più noto come castello di Sissi, nel quale la principessa aveva la sua residenza.  Altra gemma cittadina è la Kurhaus, icona Jugendstile, dai caratteristici motivi floreali con vetrate colorate e ferro battuto. Proseguimento per Bolzano: così tipicamente tirolese per i visitatori italiani e al contempo così mediterranea per coloro che giungono dal nord. Un polo culturale, Bolzano, con un centro storico che scandisce battiti medievali e con un “salotto cittadino”, piazza Walther, dove campeggia silenziosa la statua dell’omonimo, grande cantore medievale Walther von der Vogelweide. Tutt’intorno si anima il Christkindlmarkt, il famosissimo Mercatino di Natale con circa ottanta casette in legno che attirano come una calamita una moltitudine di persone.

I tetti bianchi e rossi delle bancarelle si susseguono una dopo l’altra anche per tutte le strette e tipiche vie del centro storico, conferendo al capoluogo altoatesino un’atmosfera fiabesca. I Mercatini di Natale di Bolzano rappresentano l’occasione giusta per un viaggio nel passato, a quando non contava l’apparenza perché si puntava alla sostanza, al tempo in cui gli addobbi dell’abete consistevano, magari, in piccole mele rosse e in semplici stelline di paglia o di fieno essiccato. I bambini di oggi si stupiscono di fronte a questa “essenzialità” mentre gli adulti ammutoliscono, spesso, per la mancanza della “semplicità”. Ecco quindi che Bolzano esaudisce i desideri di ogni età con un percorso itinerante tra l’artigianato e i doni più tecnologici.Il Mercatino di Natale di Bolzano, infatti, rappresenta “l’occasione giusta” per scoprire il capoluogo altoatesino e il suo epicentro medievale che si snoda in un reticolo di stradine, portici, cornici rinascimentali, insegne in ferro battuto e facciate affrescate. Da vedere sono la chiesa dei Domenicani – facente parte di un convento del 1272 -, piazza Erbe con il suo mercato quotidiano che la trasforma in un crogiuolo di profumi e sapori e infine la via Portici, in cui si fronteggiano i portici italiani – sul lato sinistro – e quelli tedeschi, sul lato destro. Pregevoli i musei, capitanati da quello archeologico con la sua star, Ötzi, il pastore di cinquemila anni rinvenuto fra i ghiacciai posti tra la Val Senales e l’Austria. Una città, Bolzano, che offre moltissimo ai suoi visitatori, anche sotto il profilo enogastronomico e con prelibatezze di matrice “nordica” irrinunciabili. Fra queste, il trionfo della norcineria capitanata dallo Speck, mentre nei primi piatti campeggiano i canederli e gli Schlutzkrapfen, una sorta di ravioli con ricotta e spinaci che precedono selvaggina, stinco di maiale al forno e bolliti di carne serviti con crauti, contorni agrodolci, mirtilli rossi o gelatina di ribes. Dalle 15 varietà di mela si ottiene l’Apfelsaft, un “nettare” dall’acidità variabile a seconda della qualità di mela utilizzata, mentre dalla vite provengono i superbi vini rossi Santa Maddalena, Lago di Caldaro e Lagrein o, fra i bianchi, il Gewürztraminer, il Müller Thurgau e il Silvaner. Per concludere in dolcezza, si assaggino lo Strudel o le torte striate da “nuvole” di panna e frutti di bosco.

Domenica 10 dicembre : Trento Velletri

Dopo colazione visita dell’ormai affermato mercatino natalizio di Trento tra le mura della suggestiva Piazza Fiera. Circa 70 le casette in legno. Numerose le offerte proposte: come di consueto ci saranno gli stand gastronomici e non mancheranno mostre ed eventi collaterali.  Il mercatino di Trento propone altre 20 casette in legno ospitate in Piazza Cesare Battisti. per ammirare le produzioni artigianali, nei settori quali: candele, saponi artigianali, oggetti in ceramica, oggettistica artigianale in legno, oggetti e mobili di antiquariato, oggetti ed accessori di abbigliamento in lana cotta e feltro, canapa, pizzi, addobbi natalizi, prodotti eno-gastronomici tipici dolciumi e pasticceria. Partenza per il ritorno previsto in serata. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Quota per Persona € 280,00

(partenza con un minimo di 30 pax)

E’ necessaria la carta d’identità

La quota comprende

bus gran turismo

sistemazione in hotel 4 stelle

2 mezze pensioni

accompagnatrice

assicurazione

la quota non comprende

Bevande

escursioni facoltative

entrate a musei

mance

assicurazione annullamento € 25,00

Acconto all’iscrizione € 120,00