• Durata

    Domenica 4 luglio 2021     

  • Luogo della partenza

    Velletri        p.za Garibaldi      ore  7.00

    Genzano     pala Cesaroni       ore  7.15

  • Prezzo a persona

    30,00 €

  • Comprende

    Bus

    Accompagnatrice

  • Non comprende

    Tutto ciò non incluso nelle quota comprende

30.00

Spoleto

Il turismo a Spoleto è molto sentito sia da parte dei cittadini locali che dai turisti in arrivo da tutto il mondo. Nonostante la città si mostri con un tessuto urbanistico con influssi di epoca romana, il suo aspetto medievale rimane inalterato nonostante il passare del tempo. Considerate che le parti più antiche della città sono rappresentate dall’ Arco di Druso, il teatro Romano risalente ai primi anni dell’impero e la Chiesa di San Gregorio Maggiore, unica per il suo presbiterio rialzato.

Rasiglia

Oggi il visitatore che giunge in questo luogo rimasto celato a molti non troverà solo scorci da fotografare, acqua di sorgente da bere, il rumore di cascate da ascoltare chiudendo gli occhi. Oggi Rasiglia è molto di più: è un museo a cielo aperto, lungo le cui strade compaiono installazioni che raffigurano donne e filande, che rievocano pensieri e poesie; un museo fatto di macine quattrocentesche e grandi setacci, di roccia spugnosa e muraglioni di pietra, di telai immensi, ingranaggi, arcolai; un museo fatto di stanze, di oggetti, ma soprattutto, di persone. Persone pronte ad accogliervi, ad indicarvi solo con un gesto la giusta via o pronte a raccontarvi per ore i nomi, i volti, le storie. Sì, perché un luogo è solo un luogo finché non ce ne prendiamo cura, ne sentiamo la mancanza, finché non abbiamo il bisogno di tornare. Rasiglia non è un luogo qualsiasi. È riscoprire da dove veniamo e proseguire con consapevolezza, è imparare ad ascoltare la terra e gli occhi e le voci. È la prova tangibile che realizzare un’utopia, fatta di collaborazione e lavoro per il bene comune, è possibile. Rasiglia è un luogo da vivere. Rasiglia è casa.