Sabato 11 Luglio
Partenza da Genzano Pala Cesaroni ore 6.00 Velletri Piazza Garibaldi ore 6.10.
9.30 Arrivo a Pietrelcina e visita guidata nei luoghi di Padre Pio (nascita, le prime visioni, le prime tentazioni del demonio)
12.30 Pranzo
15.00 Partenza per San Giovanni Rotondo Tempo a disposizione per funzioni e via crucis.
Cena e pernottamento in Hotel.

Domenica 12 Luglio
Dopo colazione Santa Messa
Visita libera a San Giovanni Rotondo
13.00 Pranzo in albergo
14.30 Rientro a Roma Partenza per il rientro previsto serata.

Quota per persona € 130,00

LA QUOTA COMPRENDE:
– bus a/r.
– pensione Completa in hotel a San Giovanni Rotondo
– Assicurazione Viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE
– Mance
– Tutto ciò non incluso ne “La Quota comprende”
Assicurazione annullamento € 20,00

Sabato 1 Agosto Costiera Amalfitana -con Traghetto-

Amalfi è ricca di storia e la meta perfetta se amate l’arte e l’architettura, infatti caratteristici sono i vicoli della città che conducono alla piazza centrale, con una grande scalinata su cui domina il Duomo di Sant’Andrea. La basilica è tra i luoghi più caratteristici, celebri e belli di Amalfi. È dedicato a Sant’Andrea, il Santo protettore della città.  Si tratta di un complesso, cioè è caratterizzato da sovrapposizioni di chiese ed elementi risalenti a epoche differenti, come il Chiostro del Paradiso e la Basilica del SS. Crocifisso nel primo pomeriggio partenza alla volta di Positano. Positano, il luogo che come le Sirene ospitate sulle isole dei Galli, non smette mai di sedurre chi arriva qui, vista dal mare appare quasi come una conchiglia, striata di colori diversi. Dal verde dei Monti Lattari che la incoronano fino al bianco, al rosa e al giallo delle sue case mediterranee, il grigio argento delle spiagge di ciottoli e, infine, il blu del suo mare.  Partenza per il rientro previsto in serata.

Quota a persona € 75,00

 

Genzano  Pala Cesaroni    ore 6.00

Velletri      P.za Garibaldi     ore 6.15

 

La Quota comprende                                            La Quota non Comprende comprende

Bus Gran Turismo                                                 pranzo a base di pesce ad Amalfi € 25,00 bevande incluse

Traghetto

Guida

Accompagnatrice

 

Acconto alla prenotazione € 40,00

DOMENICA 9 AGOSTO 2020  AIELLI

Borgo nel cuore dell’Appenino abruzzese, si colloca su un’altitudine di 1030 m, alle pendici del monte Sirente, uno dei due principali monti della Marsica insieme al Velino che danno il nome al Parco Regionale Naturale Sirente-Velino di cui il territorio di Aielli ne è parte. Il destino ha voluto legare il paese all’astronomia sin dall’800, quando nacque quello che più probabilmente è il cittadino più illustre di Aielli, l’astronomo Filippo Angelitti al quale è intitolata la piazza centrale del paese e in cui è presente un monumento a lui dedicato, che riproduce in scala ridotta il sistema solare. Simbolo del paese è la Torre medievale in cui è incastonato un osservatorio astronomico “Torre delle Stelle” da cui si possono osservare luna e pianeti. Da qualche anno il borgo ha sposato la street art come strumento di rilancio creando un museo a cielo aperto diventato ormai meta di visitatori che giungono da più parti d’Italia. Tra le opere murarie spiccano per importanza: il murale di Fontamara un’opera titanica,l’intero libro di Ignazio Silone riprodotto su una parete, unico caso in Italia e l’opera di Okuda San Miguel, un’esplosione di colori che accoglie i turisti in uno degli ingressi del borgo.

 

                                                             Quota € 30,00

                                                                  Velletri P.za Garibaldi           ore    7.15

                                                                  Genzano Pala Cesaroni        ore   7.30

 

La Quota Comprende

Bus A/R

Accompagnatrice

 

Saldo Alla prenotazione

Domenica 16 Agosto 2020

Lago di Pediluco  – Umbriano

” Il Borgo fantasma”  -Colleponte

 

il borgo Colleponte nucleo fortificato di origine medievale che insieme a Macenano (m. 315 s.l.) formava l’antico Castello di Capo la Terra, un tempo a guardia della viabilità della valle del Nera. Il Castello di Umbriano, proteggeva invece da nord l’Abbazia di S. Pietro in Valle. parallelamente al corso del fiume Nera, suggestivo tratto della Valnerina, un tempo collegamento fondamentale per persone e merci lungo la valle e nodo di confluenza dei vari itinerari trasversali fra le valli parallele. Da notare la rocca e la chiesa di San Giovanni Evangelista, un tempo intitolata a Sant’Apollinare e la Chiesa della Modonna delle Grazie. Il fascino di questo posto è caratterizzato dal suo mistero, e dai segni lasciati dalle molteplici civiltà che vi si sono insediate. Proseguimento per il lago di Piediluco. Piediluco è un pittoresco centro il cui nome significa “ai piedi del bosco sacro”. Con un assetto rimasto quello del medioevo, con le sue basse casette colorate, è in realtà dislocato nello stretto lembo di terra che corre tra il lago ed il monte. Il lago, incassato tra rilievi boscosi, ha l’aspetto di uno specchio d’acqua alpino.

 

Quota € 30,00 a persona

Velletri    Piazza Garibaldi  ore  7.15

Genzano pala Cesaroni     ore   7.30

 

 

La Quota comprende

Bus A/R

Accompagnatrice

Saldo alla prenotazione

Verona e Parma 26 e 27 Settembre 2020

Sabato 26 Settembre
Partenza alle 6.00 da Velletri alla volta Verona. L’Arena di Verona è il monumento simbolo della città. Inimmaginabile poi non andare anche a Casa di Giulietta, nel palazzo medievale situato in via Cappello che ogni anno accoglie milioni di turisti in omaggio alla famosissima tragedia di Shakespeare. All’interno del cortile è presente la Statua di Giulietta. Piazza delle Erbe è uno degli scorci più belli e unici della città, Piazza Brà è una delle piazze principali della città, la Chiesa di San Zeno, Un’altra famosissima piazza della città è quella dei Signori e Arche Scaligere, Castelvecchio, chiamato anche Castello di San Martino in Aquaro ,è un antico castello che oggi ospita l’omonimo museo. Cena e pernottamento in hotel.

Domenica 27 Settembre
Dopo colazione partenza per “Parma Capitale della Cultura ’20 Parma è una delle città più belle d’Italia. E lo sa. Basta vedere con quanta cura e attenzione è tenuta. La prima volta ci si va per curiosità. Poi si continua… per amore. Questo luogo esercita sensualità o meglio, sensorialità, perché appaga tutti i sensi e una raffinata gioia di vivere. Non è un caso che Parma sia la capitale mondiale della musica e della gastronomia d’eccellenza. Giuseppe Verdi, il più grande musicista di tutti i tempi, è nato qui. Quanto alla gastronomia, basta citare solo due “superstar” del territorio: Parmigiano Reggiano DOP e Prosciutto di Parma DOP. Pranzo e rientro in serata nei luoghi d’origine.

Quota per persona € 180,00

Velletri P.za Garibaldi ore 6.00
Genzano Pala Cesaroni ore 6.15

La quota comprende

Bus Gran turismo

Hotel una pensione completa
Accompagnatrice

La quota non comprende

Assicurazione Annullamento € 20,00

Tutto ciò non incluso nella quota comprende

Borgo medievale tra i più suggestivi della toscana e della Val D’Elsa, ha conservato un’atmosfera magica d’altri tempi. Certaldo è famosa per aver dato i natali a Giovanni Boccaccio. Ha una parte bassa, moderna, e una alta che costituisce l’antico nucleo medievale, circoscritto da mura con 3 porte d’ingresso: Porta al Sole, Porta Alberti e Porta del Rivelli. Il centro storico di Certaldo Alta è tutto pedonale e si può raggiungere a piedi lungo un’antica strada medievale o tramite funicolare. Certaldo Alta è il cuore di questa cittadina, dove ritrovare l’atmosfera tranquilla del passato. Qui si trova la casa museo di Boccaccio, dove si presume sia nato nel 1313 e vissuto fino alla morte. Qui oltre ad antichi arredi si trovano un centro studi e una preziosa biblioteca che conserva diverse edizioni del Decameron. Sempre nel centro storico si trova la Chiesa dei SS. Michele e Jacopo che ospita le spoglie del novelliere. Da vedere anche il Palazzo Pretorio, simbolo della cittadina medievale, dove si trovano alcune opere di rilievo: una Madonna col Bambino del 1489 di Pier Francesco Fiorentino, una Crocifissione del 1478 e una Pietà. Qui si svolgono mostre e numerosi eventi culturali. Il cortile interno è diventato un giardino con sala da tè giapponese.  Da vedere anche il Museo di Arte Sacra e il Museo del Chiodo, che raccoglie utensili e chiodi di ogni epoca.

Nel pomeriggio partenza per il rientro nei luoghi d’origine.